Progetto no profit: "VISIONI. Racconti surreali".

01 Settembre 2014

“Paoulette la petite bête” di Lorenzo Scaldaferro.

Agosto.

files/PAOUL MEDIA/back.gif


 

Paulette la petite bête è una creatura fantastica, onirica, impossibile.
Si protende in avanti, lo sguardo fisso, pronta a catturare lo spettatore.
Il mondo intorno la osserva sospeso, in attesa dello scatto.”
È questo il mese di Agosto di Visioni, il calendario per lo IOV promosso da Paoul, interpretato da Lorenzo Scaldaferro con l'artista Anna Piratti.
I due hanno già collaborato in progetti come il DAP (Discorso Alla Pari) di Anna, in contesti quali il Venice Jazz Festival e NEAR/la notte europea dei ricercatori. La visione artistica e la creatività di Anna hanno saputo sicuramente arricchire lo scatto di Lorenzo.

 

Titolo: Paoulette la petit bête
Autori: Lorenzo Scaldaferro con Anna Piratti
Modella: Ambra Falcinelli (SpazioD A.S.D. spaziodanzapadova.it)
Location: Teatro Filarmonico di Piove di Sacco (teatrofilarmonico.it)
Backstage: Giorgio Meneghetti
Collaboratori: Marco Carretta e Mohammed Sambo

 

files/PAOUL MEDIA/no profit/16_interno00.jpg

BIO

Lorenzo Scaldaferro: Nato a Vicenza, si è laureato in ingegneria meccanica all'Università di Padova. Dopo tre anni nel settore laser ha iniziato la professione di fotografo, lavorando inizialmente nel giornalismo (è iscritto all’OdG del Veneto), collaborando con Phocus Agency (di cui poi diventerà socio), e producendo contemporaneamente i primi lavori commerciali.
Ha sempre amato confrontarsi con vari contesti legati al mondo dell'immagine, sia fotografica (dal corporate allo still life, dall'architettura allo sport), che video. Tra i clienti commerciali vi sono brand come Wrangler, Valentino Fashion Group, Nice Group, Paoul, Momo Design, JDO, Dermaplus. Non ha mai abbandonato l'idea di una fotografia che non sia pura immagine, ma che sia anche cultura e tematica sociale. Ha scritto e diretto con il supporto di Canon Italia il cortometraggio Stonato Melodioso, lavoro incentrato sul tema dell'autismo, presentato a Fotografica, e vincitore del premio nazionale alla creatività al So.Docu Film Festival. Portando avanti la passione per l'immagine declinata nei vari aspetti del sociale ha anche prodotto un calendario per la vicentina Casa Bakhita, casa di accoglienza per "senza dimora".
Insegna alla Scuola Internazionale di Comics e tiene workshops in ambiti internazionali come il Rototom Sunsplash. Ha esposto in mostre personali e collettive lavori legati soprattutto al Sud America (La Paz del Agua, Nuevo Inca) e alla fotografia musicale.
Ha fondato assieme al giornalista Riccardo Bastianello e al videomaker Diego Nicoletti la casa di produzione Varédo. http://www.looo.it

 

files/PAOUL MEDIA/no profit/16_interno01.jpg

Anna Piratti: si è diplomata in pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Si occupa di formazione esperienziale presso istituzioni e aziende, è docente presso la Scuola Internazionale di Comics di Padova. Le sue espressioni artistiche comprendono dipinti, installazioni digitali e performances, sia in ambiente urbano sia presso committenti pubblici o privati.
Sue opere sono attualmente ospitate tra gli altri da Compar Bata, Consorzio Euganeo, Athlets World, Cinzia Araia. Dal 2008 si occupa prevalentemente di installazioni in urbano (Fortepiano, Sottotitoli, Mettici il cuore, Non vale la pena, Giocattoli?) con il preciso intento di coinvolgere attivamente i passanti.
Nel 2010 espone il progetto DAP (discorso alla pari) presso il Centro Nazionale di Fotografia - PD in collaborazione con l’Associazione Culturale Miles. Il progetto viene inoltre commissionato dal gruppo societario Peruzzo e realizzato in azienda con la partecipazione di tutti i collaboratori. In seguito viene realizzato con e per gli artisti del Venice Jazz Festival 2011.
Nel 2012 debutta a Venezia con il progetto di performing art Toys? move on! presso il teatro Groggia e in urbano a Bassano del Grappa per l’ Opera Estate Festival, sezione Bmotion, in collaborazione con la coreografa Silvia Gribaudi e utilizzando 800 barbie.
Attualmente è impegnata a Bruxelles con il progetto europeo Erasmus for Young Entrepreneurs.
http://www.annapiratti.com

 

files/PAOUL MEDIA/no profit/16_interno02.jpg

Ambra Falcinelli: Comincia lo studio della danza classica e moderna presso la scuola di formazione professionale Spaziodanza, a Padova, con le insegnanti Laura Pulin e Antonella Schiavon.
Nel 2009 inizia la collaborazione con la Fondazione Arena Di Verona nelle opere Aida, per la regia di Gianfranco De Bosio, Carmen e Turandot, per la regia di Franco Zeffirelli.
Durante le stagioni areniane prende parte a serate di gala condotte da Antonella Clerici nelle quali lavora con artisti di fama mondiale come Placido Domingo e Franco Zeffirelli.
Dal 2010 ad oggi collabora con l’Associazione Spaziodanza in qualità di insegnante di danza classica e moderna nelle sedi di Padova e Monselice. Dal 2012 gestisce e coordina la sede di Torreglia.

files/PAOUL MEDIA/no profit/16_interno03.jpg

 

Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies. Leggi tutto...